SHARE

SECONDO COMUNICATO STAMPA SULLE FORNITURE MEDICHE CHE NON GIUNGONO A GAZA
Lunedì 13 Agosto 2018

La Freedom Flotilla Coalition continua a chiedere energicamente la consegna immediata di 114* scatole di materiali medici per i servizi della sanità di Gaza, che ha trasportato sulle imbarcazioni Al Awda e Freedom della Freedom Flotilla per Gaza 2018, recentemente sequestrata dalle forze armate israeliane. Come dichiarato dal Ministro degli Affari Esteri svedese Margot Wallström, il carico deve essere rilasciato, nel rispetto delle leggi internazionali.

Abbiamo ricordato al governo israeliano con la nostra dichiarazione del 9 Agosto 2018, che le leggi internazionali prescrivono la consegna delle forniture mediche. L’articolo 23 della Convenzione di Ginevra Relativa alla Protezione dei Civili in Tempo di Guerra (IV° Convenzione di Ginevra, 1949dice che ogni parte contraente consentirà il libero passaggio di tutte le consegne ai magazzini medici ed ospedalieri… indirizzati esclusivamente ai civili di un’altra parte alta contraente, anche se quest’ultima è il proprio avversario.

Inoltre, il Manuale di San Remo sulle Leggi Internazionali Applicabili ai Conflitti Armati in Mare (12 Giugno 1994) dice al paragrafo 104 che il belligerante che pone un blocco consentirà il passaggio di forniture mediche per la popolazione civile o per i membri delle forze armate feriti o ammalati, passaggio subordinato al diritto di prescrivere modalità tecniche, ivi comprese ispezioni, sotto le quali tale passaggio è permesso. Ancora, il Manuale sulle Leggi riguardo ai Conflitti Armati Non Internazionali (2006), dice al punto 2 del commento alla norma 2.3.10 che, per estensione, qualunque oggetto indispensabile alla sopravvivenza di civili dovrebbe essere protetto, in particolare i farmaci. La protezione significa che al nemico non è permesso attaccare, distruggere, eliminare o rendere inutilizzabili gli articoli suddetti.

Il nostro legale israeliano, Gaby Lasky, ha contattato con le autorità di occupazione israeliane per concordare la consegna delle forniture mediche umanitarie, ma al momento, nessuna è ancora arrivata a Gaza.

Inventari completi delle forniture mediche scatola per scatola sono state fornite in precedenza, e possono essere prodotti su richiesta.

Facciamo appello ai cittadini di tutto il mondo affinchè si rivolgano al proprio Ministreo degli Esteri** e, dove esiste, all’Ambasciata di Israele nel proprio paese per richiedere l’immediato rilascio da parte del Governo d’Israele delle 114 scatole di forniture mediche per Gaza, come prescritto dalle leggi internazionali.

* – 2 scatole di forniture mediche erano anche a bordo della Falestine,che non è riuscita a completare la tappa finale della missione.

** – Ministero degli Affari Esteri

Ministero degli Affari Esteri
e della Cooperazione Internazionale

Piazzale della Farnesina, 1
00135 Roma

Centralino:  +39 – 06.36911

Indirizzo di posta elettronica istituzionale e certificata del MAECI (Indirizzi abilitati esclusivamente alla ricezione di posta elettronica certificata PEC): [email protected]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.